Tu sei qui

Calciatori senza frontiere, l'esperienza di due napolitani Monticelli e Fontanella

08 Novembre 2016 di Michele Librizzi in Serie D
Ritratto di Michele Librizzi
Squadra del Floriana calcio di Malta

Ormai si sa, e’ luogo comune pensare che il calcio in Italia non è’ più quella di una volta; il fatto che nel calcio dilettantistico sia stato introdotto l’obbligo degli under, ha senza dubbio, tolto la possibilità’ ad alcuni di giocarsi le ultime carte per un posto nel calcio che conta.

Sembra invece che a Malta si riaprano degli scenari allettanti per molti atleti e qui con me lo spiegano due ragazzi napoletani del Floriana calcio, attualmente in quinta posizione in premier league con presidente Riccardo Gaucci (la sua famiglia ha dimostrato che anche giocatori di eccellenza possono giocare in A) ed allenata da Giovanni Tedesco.

Sentiamo per prima Antonello Monticelli: Antonio il tuo curriculum calcistico parla chiaro, tre campionati in serie D, due play off uno di D ed uno di serie C. Due play out uno di C ed uno di D poi hai vinto un campionato di eccellenza, ma nonostante tutto il tuo valore di mercato era nullo, oggi sei a Floriana e su transfert market il tuo valore di mercato e’ di150 mila euro, come mai?

" L’anno scorso qui a Malta con il Floriana per tre punti non siamo andati in europa, sono arrivato che non mi conosceva nessuno, ho totalizzato 28 presenze ed un goal, il mio ruolo e’ centrocampista incontrista, in Italia nonostante il mio curriculum non ti danno la possibilità’ di salire di categoria, qui sono stato confermato partita dopo partita, ho fatto bene ed il mio valore di mercato è’ salito."

Con lo stesso contratto, ritorneresti in Italia?

"Con tutto il rispetto di giocatori e società’, non tornerei nemmeno in C. Il presidente Gaucci, non ci fa mancare nulla ed in Italia se perdi le partite rischi che non ti pagano."

Chi ti ha portato a Malta?

"Mario Fontanella ed un procuratore. Per quest’anno avevo ricevuto offerte per giocare a Cipro, polonia, ed Emirati Arabi, ma ho preferito rimanere qui, perché’ abbiamo un obbiettivo importante, arrivare tra le prime 4 e quindi la possibilità di giocare una competizione importantissima che ci darebbe tanta visibilità’."

Come reputi il campionato Maltese?

"Io porto l’esempio di Igor Caique Coronado che adesso è’ a Trapani, lui faceva parte del Floriana ha giocato qui ha fatto molto bene ma adesso gioca in B. Qui al massimo, in campo possono giocare 7 stranieri, poi in rosa ne puoi avere quanti ne vuoi. Noi in Italia abbiamo gli under invece qui siamo stranieri. Qua se dimostri che sai giocare anche se hai 40 anni giochi e’ questa la differenza. Anche in serie C le società’ con problemi economici fanno giocare i giovani a discapito di noi più anzianotti, che alla fine o smettiamo o ci creiamo una seconda attività’, oppure andiamo a cercare fortuna altrove. Tutte le partite della premier si concentrano in tre stadi da venerdì a domenica in diverse fasce orario. Il tifo non è’ come quello nostro, e’ molto più relativo e meno passionale, ma va bene lo stesso."

Come ti trovi con il resto del team, come fai con la lingua?

"Per fortuna qui parlano italiano, anche se ci dovremo adattare a parlare almeno inglese, con l’allenatore mi trovo bene, lui è un esempio, lo stimo molto, ha fatto abbastanza bene come giocatore e credo stia facendo pure bene come allenatore."

La tua massima aspettativa adesso?

"Almeno ho 4 o 5 anni da poter sfruttare per giocare a buoni livelli, infortuni permettendo. Adesso ho un principio di pubalgia ed andrò a Roma a curarmi, qui a Malta la unica cosa non ci sono tutte le attrezzature adatte idonee, ma stanno crescendo. Comunque un futuro qui a Malta lo vedo positivo. "

Tra i tanti ragazzi italiani approdati in questa squadra, c'è’ anche l’attaccante Mario Fontanella ben conosciuto in sicilia per i suoi anni trascorsi con la maglia del Noto calcio. Ho avuto l’occasione di scambiare due chiacchiere anche con lui.

Mario anche il tuo curriculum calcistico e’ di tutto rispetto, potresti sintetizzare la tua esperienza nel Floriana calcio e come mai hai scelto proprio questa squadra?

"In Italia ho fatto sempre serie D, poi sono venuto qui a Malta, poiché’ in Italia ci sono troppi meccanismi che non ti permettono di passare di categoria e quindi ho trovato la soluzione estera, in particolare il Floriana perché’ il suo presidente Gaucci e’ una garanzia. Infatti sta seguendo le stesse orme del padre ed ha fatto la sua scommessa con noi e cerca di valorizzare i giocatori. L’anno passato a livello personale sono stato capocannoniere della seria A maltese con 20 gol, un gran bel traguardo. Per poco non siamo arrivati quarti, infatti l’obiettivo principale è quello di riuscire a qualificarci in Europa League poiche e’ una vetrina importante. Noi abbiamo un contratto fino al 2018 segno che la società’ punta su di noi."

Recent news

12 Agosto 2017 di Michele Librizzi in Eccellenza
Si e' conclusa la presentazione della polisportiva citta di Caccamo, la maggior parte del ...
Mito Cup 2017
27 Maggio 2017 di Michele Librizzi in Eccellenza
MITO CUP 29 MAGGIO / 29 GIUGNO 2017 Stadio Matranga di Castellammare del Golfo. INIZIA UNA NUOVA...
Giuseppe Paolo Graziano Nuova Sancis
31 Gennaio 2017 di Michele Librizzi in Promozione
Ciao Giuseppe, come ti stai trovando con la tua nuova squadra e con il Mr Perricone? "Bene,...
Squadra del Floriana calcio di Malta
08 Novembre 2016 di Michele Librizzi in Serie D
Ormai si sa, e’ luogo comune pensare che il calcio in Italia non è’ più quella di una volta; il...
Antonio De Martino
28 Settembre 2016 di Michele Librizzi in Eccellenza
FC Sant'Agnello – Antonio De Martino è ufficialmente l'attaccante della FC Sant'Agnello,...